ll ringiovanimento cutaneo mediante botulino

tossina botulinicaIL BOTULINO: GENERALITÀ

Il  botulino o  tossina botulinica  è  una sostanza prodotta da alcu­ni batteri, impiegata da molti anni in Medicina, che, usata in dosi minime (che non comportano in alcun modo rischi per la salute) riduce o elimina rughe e solchi dalla glabella (la regione anatomica compresa fra le sopracciglia, alla radice del naso), conferendo alla pelle delle regioni trattate un aspetto più liscio e fresco. Iniettato nelle sedi opportune mediante un ago assai sottile, il botulino agisce bloccando temporanea­mente gli impulsi nervosi e quindi indebolendo la funzione dei muscoli corrugatori che, con la loro con­trazione, provocano l’insorgenza delle rughe e dei solchi. Ulteriori possibili effetti estetici, quali la distensione delle rughe specie in corrispondenza della fronte, o della patte laterale delle palpebre (“zampe di galli­na”), ed eventualmente il lieve sollevamento della parte laterale delle sopracciglia, conferendo allo sguardo un aspetto più aperto e attraente, sono procedure non comprese nell’autorizzazione del botulino ad uso estetico e vengono effettuate sotto la diretta responsabilità condivisa tra Medico e Paziente.  

 

 

ESECUZIONE

Il Medico sceglie, in base alla situazione clinica e al risultato che si desidera ottenere, punti d’iniezione in sedi diverse e in numero variabile. Le punture, effettuate con un ago sottile, provocano leggero bruciore e sono seguite da un edema variabile (pomfo). Non  è  praticata anestesia.

DECORSO POST- TRATTAMENTO

Nel corso delle prime ore successive al trattamento potrà manifestarsi un modesto gonfiore a livello delle patti trattate. A causa dell’accidentale rottura di capillari si potranno manifestare delle piccole ecchimosi (lividi), che durano alcuni giorni e possono essere coperti con opportune creme coprenti. Per almeno 2 ore dopo il trattamento è consigliabile evitare di distendersi e di massaggiare le parti tratta­ te, per impedire inopportune diffusioni del prodotto. Durante questo periodo  è  consigliabile muovere attivamente le zone trattate per facilitare l’effetto della tossina. È  opportuno evitare l’esposizione al sole se sono pre­ senti ecchimosi.

POSSIBILI COMPLICANZE

Nonostante, come detto, il botulino sia inoculato in siti ben precisi utilizzando delle dosi predeterminate, la sua diffusione non  è  completamente controllabile, di conseguenza: Potranno verificarsi delle  asimmetrie  sia a riposo, sia durante il movimento  di alcuni muscoli facciali.  Ad esempio, può accadere che il livello delle sopracciglia sia non simmetrico. In questi casi  è  possibile ottenere una correzione mediante un ulteriore mirato trattamento correttivo. In rari casi è possibile che la diffusione incontrollata di piccole quantità della tossina inoculata provochi il  rilassamento non voluto di muscoli vicini alla zone trattata.  Ad esempio, può accadere che si verifichi l’abbassamento temporaneo di una delle due palpebre superiori, In tale circostanza solo l’attesa del ripristino spontaneo della funzione palpebrale potrà normalizzare la situazione, evento che avverrà in genere dopo 2-3 settimane. In casi eccezionali possono comparire transitori  disturbi visivi. Con discreta frequenza  è  stata riscontrata  cefalea  con esordio 2-3 ore dopo il trattamento e durata di poche ore.

botoxBOTULINO: EFFETTI DEL TRATTAMENTO

L’effetto del trattamento con botulino comincia a manifestarsi dopo uno o più giorni (da uno a quindici) con ridotta o assente attività dei segmenti muscolari trattati e successiva riduzione o scomparsa delle rughe con effetti variabili da caso a caso. In seguito all’infiltrazione del botulino si potrebbe sviluppare la produzione di anticorpi specifici. In taluni soggetti tale produzione  è  così elevata da limi­tarne o annullarne l’azione, risultandone una correzione limitata o addirittura nulla degli inestetismi. Deve essere ben compreso che la tossina botulinica induce la correzione delle rughe attraverso la ridotta o assente attività dei muscoli che ne inducono la formazione. Di conseguenza, tanto maggiore sarà l’azione sul muscolo tanto più la cute sarà distesa. Gli effetti prodotti sono reversibili e la loro durata varia, secondo i casi, dai 3 ai 6 mesi, Deve essere ricordato che trattamenti ripetuti a intervalli troppo ravvicinati inducono una diminuzione del risultato, a causa della maggior induzione di anticorpi che si oppongono all’azione della tossina botulinica.

  • CONTROINDICAZIONI AL TRATTAMENTO
  • Non devono essere sottoposti a trattamento con tossi­na botulinica i soggetti affetti da miastenia, le donne in gravidanza o allattamento, i soggetti allergici alla tossina botulinica e all’albumina umana, i soggetti in trattamento con antibiotici aminoglicosidici o chino­lonici oppure con altri agenti che interferiscono con la trasmissione neurornuscolare (spectinomicina, miorilassanti di tipo tubocurarinico).

BotulinoMETODI ALTERNATIVI

La  correzione delle rughe frontali  può essere perseguita mediante:

  • Intervento chirurgico di “lifting frontale”.
    • Vantaggio: il risultato dura anni.
    • Svantaggi: convalescenza di 7-10 giorni, possibili complicazioni.Di fatto l’utilizzo della tossina botulinica ha certamente ridotto l’indicazione all’esecuzione del lif­ting frontale.
  • “Filler” riassorbibili. Tale procedura non presenta alcun vantaggio rispetto all’utilizzo della tossina botulinica riguardo alla durata del risultato correttivo e al costo economico e risulta più dolorosa e traumatica di questa. Per tale motivo l’utilizzo dei filler è oggi conveniente solo per la correzione di rughe non completamente distese dalla tossina botulinica, da eseguire a distanza di almeno una settimana da questo trattamento.

La  correzione delle “zampe di gallina”  può essere eseguita mediante:

  • “Filler” riassorbibili. Tale metodica alternativa non presenta alcun vantaggio rispetto all’utilizzo della tossina botulinica, perché il costo non è inferiore e la durata dell’effetto correttivo è di norma inferiore.
  • Il  sollevamento della parte laterale delle sopracciglia  può essere ottenuto mediante intervento chirurgico di “lifting del sopracciglio”.
    • Vantaggio: lunga durata (anni).
    • Svantaggi: convalescenza di 7-10 giorni, possibili complicanze.